Cinema, la Roma di "Lontano, lontano", l'ultimo film di Gianni Di Grigorio

E’ sempre Trastevere, il quartiere nel cuore di Gianni Di Gregorio. Anche il suo nuovo film, “Lontano, lontano”, appena approdato in sala e imperniato sulle disavventure di tre pensionati settantenni che sognano di abbandonare Roma, si svolge infatti fra i vicoli, i locali e le piazze di Trastevere. Alcuni scorci sono facilmente riconoscibili, è il caso del bar San Calisto, di piazza Santa Maria in Trastevere, di porta Settimiana, altri, come il giardino all’interno del Complesso San Cosimato, sede dell’ospedale Nuovo Regina Margherita, sono invece inediti al cinema e poco noti perfino ai romani. Ma se Trastevere è il centro gravitazionale della storia, non manca una scorribanda anche nella città periferica, più precisamente a Tor Tre Teste, dove i protagonisti scoprono la chiesa di Dio Padre Misericordioso, meglio conosciuta come la chiesa delle Tre Vele, progetta da Richard Meier

Gli altri video di Spettacoli