Vespa orientalis, lo zoologo: "Nessun allarmismo, è una specie nativa aggressiva quanto le altre"

La presenza di vespe orientali in Italia sta destando preoccupazione tra i cittadini, soprattutto dopo che in Francia una famiglia è stata attaccata durante una passeggiata in un parco pubblico. A Roma, per esempio, sono aumentate le segnalazioni di nidi rispetto alle scorse estati, tuttavia a rassicurare sulla loro pericolosità è Andrea Monaco, zoologo dell'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. "Non è più aggressiva delle altre nei confronti dell'uomo - spiega il ricercatore - ed è una specie nativa dell'Italia, presente in origine nel sud del Paese, ma che sta pian piano espandendo la sua area verso le zone del centro e nord Italia facilitata da inverni con temperature sempre più calde". Perché sono arrivate nelle città? Come riconoscerle? E cosa fare in caso si trovi un nido? Ecco ciò che bisogna sapere.
 
di Valentina Ruggiu

Gli altri video di Biodiversità