FCA-Renault, Landini: "Bene l'accordo, ma non ridurre livelli occupazionali"

 FCA e Renault sono vicini a una fusione che, per il ministro dell'economia francese Le Maire, sarebbe "una grande opportunità". "Dimostra che oggi senza grandi investimenti e senza alleanze e senza una politica industriale non si va da nessuna parte. C'è bisogno anche di un intervento pubblico", rilancia il segretario della CGIL Landini a Circo Massimo, su Radio Capital, "Non ho nulla da obiettare rispetto a un ruolo che potrebbe avere Cassa Depositi e Prestiti o altri soggetti, che si possa costituire una specie di agenzia per lo sviluppo". John Elkann ha annunciato che non ci sarà chiusura degli stabilimenti ma, replica Landini, "bisogna che continuino a dar da lavorare a tutti quelli che ci sono ed evitare che si riducano i livelli occupazionali". Salvini ha rilanciato la flat tax: "È un modo per prendere in giro quelli che non pagano le tasse", ribatte il segretario, critico anche con la riforma della autonomie: "Non siamo convinti che la strada sia quella di dividere ulteriormente il Paese".

Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Gli altri video di Economia