"#Basta", a Torino la protesta delle imprese chiuse per lockdown: "Accanimento contro di noi"

Dall’andrà tutto bene a ora basta. Dai balconi della sede dell’Ascom Torino è stato organizzato questa mattina un flash mob per lanciare l’allarme su un settore sempre più in crisi. “È allo stremo un tessuto economico fondamentale per il nostro territorio - denuncia la presidente di Ascom Torino Maria Luisa Coppa - a causa della profonda sofferenza che ha travolto a Torino e provincia, in questa fase emergenziale, le piccole e medie imprese del commercio e del terziario torinese con punte estremamente negative per quanto riguarda il settore del turismo, della somministrazione, la cultura e il tempo libero, la filiera della moda”. Al flash mob di questa mattina hanno partecipato oltre una cinquantina di rappresentati di categoria. Attraverso l’apertura delle finestre del palazzo di via Massena a Torino, casa di tutti gli imprenditori del settore, si vuole rappresentare il disagio in un momento di protesta che vuole vedere uniti cittadini, imprenditori e collaboratori. “Diciamo #basta - aggiunge Coppa - perché non abbiamo alcuna certezza sulle misure economiche previste da un governo assente e indifferente alle nostre richieste di aiuto e ai problemi occupazionali che tale crisi genererà a breve. Abbiamo bisogno di interventi reali: finanziamenti a fondo perduto, biennio bianco con il blocco della tassazione, sburocratizzazione e l’aumento della fiscalità ai giganti del web”

di Erica Di Blasi

Gli altri video di Economia