Marmolada, destino segnato per il ghiacciaio della Regina delle Dolomiti

Alex Barattin, delegato del Soccorso alpino per la provincia di Belluno, sul Pian dei Fiacconi a 2650 metri sul lato trentino della Marmolada per documentare una delle estati più siccitose degli ultimi trent'anni, conseguenza di un inverno con scarsissime precipitazioni nevose: "Il ghiacciaio è ormai compromesso, lo si vede a colpo d'occhio. Si sta consumando piano piano, senza ghiaccio purtroppo non ci sono neppure riserve idriche".

Intervista di Paolo Cagnan

Gli altri video di Cambiamento climatico Veneto