Ponte Morandi, tonnellate di materiale cuscinetto per assorbire l'onda d'urta del crollo

Tonnellate di materiale “cuscinetto” per assorbire l’onda d’urto dell’impalcato del ponte sul terreno, vasche e sacchi d’acqua posizionati su pilastri e sopra il moncone per evitare il più possibile la dispersione di polveri, e un muro di blocchi di cemento alto 12 metri posizionato a 30 metri dall’era di caduta del calcestruzzo. Nel cantiere del ponte Morandi lato est, al Campasso, si lavora agli accorgimenti studiati per mitigare i possibili rischi della demolizione tramite esplosivo del troncone est del viadotto in programma tra una settimana, il prossimo 28 giugno.
 
Di Matteo Macor

Gli altri video di Cronaca