Genova, il cronista Origone operato in ospedale: "Calci e manganellate mentre ero inerme a terra. Da polizia è stata caccia all'uomo"

Stefano Origone, il cronista di Repubblica picchiato dalla polizia a Genova durante gli scontri con gli antagonisti per un comizio di CasaPound, racconta quei momenti di paura dal letto dell'ospedale, dove è ricoverato dopo l'operazione a due dita della mano sinistra: "Ho visto tanta rabbia da parte della polizia, è stata una caccia all'uomo. A prescindere dal fatto che sia un giornalista, è grave che mi abbiano colpito quando ero a terra inerme".
 
Video di Giulia Destefanis

Gli altri video di Cronaca