Arresti ultrà Juve, le intercettazioni: "Quando vieni giù ti cancelliamo". "Il permesso di entrare in curva te lo do io"

Prepotenze, estorsioni e minacce tra capi dei diversi gruppi ultrà della Juventus nell'inchiesta della Digos di Torino. Nelle intercettazioni della polizia, il dialogo tra il capo dei Tradizione, Umberto Toia (arrestato) e il 'rivale' del neo sodalizio bianconero True Boys (gruppo composto prevalentemente da tifosi campani e con sede a Stoccarda). Nel video si vede anche un tifoso dei True Boys costretto a consegnare la sua maglia allo stadio. Maglia che poi verrà bruciata sugli spalti.

Gli altri video di Cronaca